Pesca d'altura: tecniche e attrezzatura

20 Ottobre 2021
Pesca d'altura: tecniche e attrezzatura

Una tecnica di pesca che appassiona moltissimi sportivi. Si tratta della pesca d’altura, un sistema che, anche se viene spesso equivocato visto il suo nome, si può svolgere in alto mare e che richiede, ovviamente, tecniche e attrezzature specifiche per poter essere svolta.

In questa guida potrai trovare tutti i riferimenti relativi all’attrezzatura per pesca d’altura, ai luoghi e a tutto ciò che riguarda la pesca sportiva d'altura.

Significato di pesca d'altura

Un grande equivoco relativo alla pesca d’altura, come abbiamo già accennato, è pensare che questa debba essere eseguita in montagna.

Purtroppo il termine “altura” indica tutt’altro nella pesca. Infatti, con questa espressione si vuole indicare la pesca in alto mare, quindi quella che avviene ad una notevole distanza rispetto alla costa, in acque profonde.

Per poter praticare questa tecnica, infatti, ci si dovrà allontanare spesso anche di 30-40 miglia rispetto alla costa. Proprio per questo motivo, puoi ben immaginare come l'attrezzatura per pesca d'altura sia particolare e debba rispettare alcune caratteristiche.  

Attrezzatura per pesca d’altura e da dove iniziare

Per la traina d’altura, una tecnica comunque impegnativa, bisognerà iniziare dalla barca. Questa dovrà essere un’imbarcazione con una buona autonomia, con una particolare velocità e in grado anche di navigare con un mare che non sia perfettamente piatto.

Questo soprattutto per rendere la pesca d’altura sicura e non mettere in pericolo coloro che si trovano sull’imbarcazione.

Pesca sportiva d’altura, il luogo

A questo punto ti starai anche chiedendo dove fare pesca d'altura in Italia. Esistono diversi luoghi nel nostro Paese nei quali potrai praticare la pesca d’altura.

Aree molto frequentate sono quelle della Liguria, soprattutto l’area di Sanremo, ma in generale tutti quei punti nei quali sia possibile arrivare ad una profondità di almeno 30 metri, per quanto riguarda il mare, saranno adatti alla pratica della pesca d’altura.

Per scegliere in modo autonomo il luogo per la tua sessione di pesca potrai utilizzare le classiche carte nautiche, ma oggi sono disponibili anche programmi sul computer che ti consentiranno di visualizzare le aree con una sufficiente profondità e con un fondale che sia adatto alla pesca d’altura.

Attrezzatura per pesca d’altura

Ora sai dove praticare la pesca d’altura, e sarà fondamentale capire quale attrezzatura avere per non sbagliare.

Le canne per pesca d’altura dovranno essere abbastanza resistenti. Dovrai optare per attrezzi che abbiano una potenza variabile tra le 20 e le 50 libbre. Sarà meglio scegliere una canna che sia stund up. Questo non solo per divertirti maggiormente durante la tua attività, ma anche per avere un maggiore controllo nel recupero del pesce anche spostandoti all’interno della barca.

I passanti delle canne per pesca d'altura dovranno essere di alta qualità, per evitare soprattutto l’usura del filo che è dovuta alle continue e veloci fughe dei pesci che si possono trovare in mare aperto.

I mulinelli per pesca d'altura che si potranno abbinare alle canne da pesca dovranno essere di pari libraggio. In particolare, non si potrà scendere al di sotto delle 20 libbre per assicurare la massima stabilità nell’atto della pesca.

Inoltre, i mulinelli dovranno essere preferibilmente con un freno a leva. Un elemento che bisogna sottolineare nell’attrezzatura per pesca d’altura sarà sempre la qualità, abbinata alla resistenza.

I divergenti per la pesca d’altura

Un altro accessorio importante per questo tipo di pesca sarà costituito dai divergenti. Il loro scopo è quello di distanziare il nuoto delle esche dal punto nel quale si trova la canna da pesca d'altura.

Questo si realizza soprattutto per avere la possibilità di calare in acqua un numero maggiore di canne da pesca, senza che le rispettive lenze interferiscano tra di loro. Quindi, sarà buona norma andare a posizionare i divergenti con un’angolazione di 90 gradi rispetto all’asse della barca, e poi inclinati di 45 gradi rispetto alla superficie del mare.

I divergenti che potrai trovare possono essere in acciaio inox, in alluminio oppure in fibra di vetro o carbonio. Sulla lunghezza del divergente troverai montati con due o più passanti, indispensabili allo scopo di far scorrere una sagola al loro interno. Sui divergenti potrai anche montare da una a due pinze a sgancio.

Oltre a questo tipo di divergenti potrai trovare anche quelli di profondità, che vengono anche chiamati affondatori. Questi funzionano in modo analogo rispetto a quelli più classici, ma agendo in profondità e non in larghezza.

Le esche per la pesca d’altura

Infine, per quanto riguarda le esche per la pesca sportiva d’altura, ci si potrà sbizzarrire maggiormente rispetto ad altri stili di pesca. Infatti, qui si potrà utilizzare ogni tipo di esca artificiale, dalle piume, ai siliconi, fino ai poppers e agli octopus.

Ovviamente, ci possono essere esche più adatte a seconda della giornata, ma, come ti abbiamo detto, potrai scegliere in modo sicuramente più libero rispetto a quanto accade con altri tipi di pesca. Potrai, infine, associare alle tue esche diversi teaser.

Vai all'articolo precedente:Pesca in fiume: tecniche, attrezzatura e licenza necessaria
Vai all'articolo successivo:Pesca dalla spiaggia: tecniche, attrezzatura e regolamento
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Iscriviti alla Newsletter ed ottieni il 5% di Sconto!

Subito per te un Coupon da utilizzare sul Tuo Acquisto!

Iscriviti subito×
Torna su